Home Varie Tipi di tessuti per abbigliamento: fibre naturali, artificiali e sintetiche

Tipi di tessuti per abbigliamento: fibre naturali, artificiali e sintetiche

67
0

Tessuti, qualità e lavaggi

L’etichetta che accompagna il tessuto al momento dell’acquisto (che sia per l’abbigliamento o per la casa in generale) riporta alcuni simboli che possono creare un po’ di confusione per chi non è già pratico di lavaggi, vi segnaliamo per cui questa guida alla manutenzione dal sito marinigerardi.com. Sotto invece vi sono alcuni suggerimenti generici per il trattamento dei principali tipi di tessuti di origine naturale, artificiali (ottenuti da lavorazioni e tessitura della cellulosa e del legno) e sintetici (fibre costituite da svariate sostanze chimiche).

acetatoFibra artificiale.

Lavare a mano in acqua calda, con acqua e sapone neutro.
Non torcere o strizzare l’indumento.
Lavare a secco i capi colorati.
Stirare quando il capo è ancora umido sul rovescio, con un ferro freddo.

acrilicoFibra sintetica.

Tali indumenti possono essere lavati o puliti a secco.
Se in lavatrice, usare il programma per delicati e aggiungere un ammorbidente durante il ciclo di risciacquo finale.
Lavare i capi delicati a mano in acqua tiepida. L’elettricità statica può essere ridotta usando un’ammorbidente sul tessuto ad ogni terzo o quarto lavaggio. Lasciare asciugare il capo su una gruccia di legno.
Utilizzare il ferro da stiro moderatamente caldo.

cashmereFibra naturale.

Lavaggio a mano in acqua tiepida, usando detersivi appositi per lana. Risciacquare.
Se in lavatrice, utilizzare il programma per capi delicati e il capo al rovescio.
Stirare con il ferro non troppo caldo e sempre al rovescio.

cotoneFibra naturale.

Resiste a temperature elevate (acqua bollente).
Ogni buon detergente può essere usato per lavare cotone.
La candeggina al cloro può essere usata tranquillamente sui bianchi di cotone.
Può essere stirato con un ferro molto caldo.
Non stendere al sole diretto i capi bianchi o chiari, tende ad ingiallire.

lanaFibra naturale.

Utilizzare una spugna umida per rimuovere lo sporco superficiale.
Le macchie vanno rimosse il prima possibile.
Lavaggio a mano in acqua tiepida, usando detersivi appositi per lana. Non strizzare o strofinare con troppa forza. Lasciar asciugare su grucce di legno.
Se preferibile, lavare a secco una volta a stagione, prima di riporre il capo nell’armadio.
Non stendere al sole diretto i capi bianchi o chiari, tende ad ingiallire.
Per la stiratura usare il programma apposito per lana.

linoFibra naturale.

Alcune tele sono lavabili, mentre altre si possono lavare esclusivamente a secco, assicuratevi di controllare l’etichetta.
In alcuni casi si può lavare ad alte temperature (tovaglie, canovacci, lenzuola…), se in lavatrice, va utilizzata la centrifuga ad una velocità bassa.
Per capi d’abbigliamento, è consigliabile un lavaggio a mano in acqua tiepida con detergenti appositi o comunque delicati e di non strofinarli con troppo vigore. Tende a maltrattarsi facilmente, è consigliabile stenderlo su grucce per l’asciugatura.
Non stendere al sole diretto i capi bianchi o chiari, tende ad ingiallire.

lycraFibra sintetica.

Lavare a mano in acqua calda, con detergenti idonei.
Se preferibile in lavatrice, utilizzare il programma per capi delicati ad una temperatura medio/bassa, di massimo 40 gradi.

microfibreComprende un gruppo di fibre sintetiche. Seguire le istruzioni sull’etichetta secondo la specificità del tessuto.
mohairFibra naturale.

Ha caratteristiche simili alla seta.
Lavare a mano in acqua non troppo calda con detergenti delicati.
Stirare con ferro a calore medio/basso, meglio se utilizzando un panno umido tra il ferro e il capo.

nylonFibra sintetica.

Lavabile in lavatrice e in acqua a temperatura medio/bassa, aggiungere un ammorbidente al ciclo di risciacquo finale.
Per la stiratura utilizzare il programma apposito per fibre sintetiche.

poliestereFibra sintetica.

Lavabile in lavatrice e in acqua a bassa temperatura, aggiungere un ammorbidente al ciclo di risciacquo finale.
Per la stiratura utilizzare il programma apposito per fibre sintetiche.
La maggior parte dei prodotti a base di poliestere possono essere lavati a secco.

raion o viscosaFibra artificiale.

Essendo piuttosto delicata, è da preferire il lavaggio a mano a temperatura ambiente.
Non strizzare o strofinare con troppa forza. Lasciar asciugare su grucce di legno.

setaFibra naturale.

Il lavaggio a secco è generalmente preferito.
Per la seta lavabile, seguire le istruzioni sull’etichetta con attenzione.
È possibile il lavaggio a mano con sapone neutro e acqua tiepida.
La candeggina non dovrebbe mai essere utilizzata su seta.
Per la conservazione a lungo tempo, la seta deve essere isolata da luce, aria e insetti.
Non strizzare o strofinare con troppa forza. Lasciar asciugare gli abiti su grucce di legno.

spandex o elastanFibra sintetica.

Lavare a mano o in lavatrice in acqua tiepida e risciacquare.
Non usare candeggina su qualsiasi tessuto contenente spandex.
Per la stiratura, utilizzare il ferro a bassa temperatura rapidamente e non lasciarlo poggiato sul capo troppo a lungo.

triacetatoFibra artificiale.

La maggior parte degli indumenti che contengono il 100% di triacetato può essere lavata in lavatrice.
Per la stiratura, il ferro può essere anche ad alta temperatura.
Gli articoli contenenti triacetato richiedono poca attenzione soprattutto a causa della fibra molto resistente che lo caratterizza.

fonte parziale: FabricLink

Lascia un commento se vuoi