Home Acquisti online Doppio addebito su carta di credito e prepagate: Errore Amazon e non...

Doppio addebito su carta di credito e prepagate: Errore Amazon e non solo

83
0

Quando si effettua un pagamento online, può accadere che vi venga addebitato l’importo x2 volte, spesso si tratta di un errore telematico

Escludendo i furbetti che ci marciano, il più delle volte che osservate un doppio addebito su carta di credito o carta prepagata la ragione sta dietro ad un errore insito nel processo di pagamento del negozio su cui avete utilizzato la carta. Lo stesso ragionamento vale per la Postepay, per i conti correnti online (IWBank, Conto Arancio, CheBanca…) o le filiali su territorio delle comuni banche come Intesa SanPaolo, Unicredit, BNL e via dicendo.

Il più famoso e più ricorrente di questi disguidi avviene ad esempio acquistando beni attraverso i negozi online dell’azienda Amazon. Ma la stessa identica cosa si verifica su alcuni siti di acquisto biglietti per viaggi (Trenitalia) e altri servizi di vendita online che utilizzano la formula “blocco ammontare transazione” e al momento della spedizione dell’oggetto acquistato “addebito cifra incassata”. Succede quindi che la banca registra due volte l’addebito della stessa somma, una viene contabilizzata e l’altra non contabilizzata. Nel momento in cui succede questo, se ad esempio nel saldo del conto corrente o prepagata avevamo prima dell’acquisto €100 e paghiamo il nostro oggetto, che ipoteticamente ha un costo di €67, ci ritroveremo un saldo negativo che nel nostro esempio è pari a -€34. Nei movimenti troveremo quindi €67 contabilizzati e l’altra cifra di €67 non contabilizzata fino alla sua restituzione nel saldo per decadenza in fattore di tempo, perché quando una cifra non viene incassata dopo un addebito automaticamente ritorna al suo posto dopo un tot di giorni.

Quanto tempo occorre affinché un addebito non contabilizzato ritorni disponibile nel saldo? In media si va da 7 a 15 giorni lavorativi, a seconda della banca. Bisogna solo aspettare quindi.

I problemi derivati da episodi di doppio addebito sono da non sottovalutare in alcuni casi, quando si va in rosso anche solo per qualche giorno, se si hanno dei pagamenti automatici in scadenza, delle domiciliazioni o comunque si ha bisogno di una cifra che crediamo di possedere nel saldo disponibile quando invece non c’è per via del doppio addebito si va incontro a delle grane molto fastidiose se non ce ne accorgiamo in tempo. Per sopperire al problema in tempo record si può riaccreditare la cifra necessaria ai pagamenti sul conto ma se questo non è possibile, se parliamo ad esempio di somme considerevoli, bisogna agire in altro modo.

Che si può fare per sveltire le tempistiche di annullamento del doppio addebito? Se non si possono attendere quei 7-15 giorni l’unica via è chiamare la banca o andarci di persona, segnalare il fatto e l’impiegato dovrebbe avviare immediatamente il processo di storno.

In tutto ciò l’unico a non avere nessuna colpa è proprio l’acquirente, il cliente. Amazon conta milioni di utenti eppure sono anni che va soggetto a questo disguido e per ora non sembra voler risolvere il problema, idem le banche. Nel caso in cui vi capitasse di fare un acquisto su siti che hanno questo sistema che causa il doppio addebito tenete d’occhio i movimenti del saldo anche dopo 2-3 giorni della spedizione dell’oggetto acquistato, giusto per essere preparati.

Lascia un commento se vuoi