Home Musica Eurofestival 2016, Francesca Michielin per l’Italia con No Degree of Separation

Eurofestival 2016, Francesca Michielin per l’Italia con No Degree of Separation

51
2

Eurovision Song Contest 2016, a Stoccolma la seconda classificata a Sanremo rappresenterà l’Italia

Dopo la rinuncia degli Stadio di cui si è tanto parlato nei giorni successivi la conclusione del Festival di Sanremo, il nome della seconda classificata è stata la scelta più ovvia operata dalla RAI per rappresentare l’Italia al festival della musica europea. Francesca Michielin (21 anni), vincitrice di X Factor nel 2011, all’età di 16 anni circa, è una voce fresca e innovativa del pop/rock italiano. Dopo l’uscita del suo primo singolo nel 2012, Distratto, che l’ha consacrata ufficialmente al mondo della musica, ecco che arrivala la sua hit di maggior successo in assoluto nel 2015, L’amore esiste, oltre 27 milioni di click su YT nel giro di un anno.

Quest’anno si è presentata a Sanremo con il brano “Nessun grado di separazione” un testo per niente banale, a tratti filosofico, accompagnato da musiche melodiche che lo rende una ballata vivace in crescendo dalla prima nota fino al suo finale.

Diverse settimane di riflessione dell’artista e del suo staff hanno portato come conclusione definitiva quella di non cambiare brano per l’ESC e di sostituire 20 secondi di testo da italiano a inglese, uno dei ritornelli, per scelta della stessa cantante. Il titolo è stato tradotto in “No Degree of Separation” e sarà la versione ufficiale presentata al concorso europeo. Ahimè, purtroppo oggigiorno esiste la mentalità che l’inglese sia diventata la lingua universale per la musica, ma anche no, se c’è una lingua che non dovrebbe mai essere sottovalutata nella musica è proprio l’italiano, che ha una fonetica inarrivabile da qualsiasi altra lingua. L’inglese ha monopolizzato le radio in modo invasivo ed eccessivo, ogni anno mi ritrovo a scrivere le stesse righe, lo so, perché al festival della canzone europea dobbiamo assistere alla standardizzazione dei testi in inglese per il 95% e passa della canzoni in gara? Dov’è la diversificazione europea?? Ci sarebbe tanto altro da dire a riguardo ma è meglio che mi fermo qui.

Quest’anno, nella 61° edizione dell’ Eurovision Song Contest, abbiamo 43 nazioni in gara, sotto un video che riepiloga tutti i brani definitivi.

Le canzoni che sono nella lista delle preferite, secondo le opinioni degli utenti online, escludiamo l’Italia, sono in ordine sparso:
eurovision-2016-stoccolma

  • Russia: Sergej Lazarev, You Are the Only One
  • Spagna: Barei, Say Yay!
  • Francia: Amir, J’ai cherché
  • Germania: Jamie-Lee Kriewitz, Ghost
  • Ungheria: Freddie, Pioneer
  • Estonia: Jüri Pootsman, Play
  • Ucraina: Jamala, 1944
  • Austria: ZOË, Loin d’ici 
  • Croazia: Nina Kraljić, Lighthouse
  • Repubblica Ceca: Gabriela Gunčíková, I Stand
  • Azerbaigian: Samra, Miracle
  • Norvegia: Agnete, Icebreaker
  • Armenia: Iveta Mukuchyan, LoveWave
  • Islanda: Greta Salóme, Hear Them Calling
  • Lettonia: Justs, Heartbeat
  • Australia: Dami Im, Sound of Silence
  • Cipro: Minus One, Alter Ego
  • Bulgaria: Poli Genova, If Love Was A Crime

Non abbiamo Il Pezzo che surclassa tutti quest’anno, potrebbe essere una bella gara sempre se non contiamo i giochetti degli stati baltici e dell’est Europa che si votano a vicenda ogni volta.

Appuntamento al 10 maggio 2016 per la I semifinale, su RAI4 per la TV italiana, il 12 maggio avremo la seconda semifinale, sempre in prima serata su RAI4, e poi il gran finale, in cui vedremo la nostra Michielin, il 14 maggio e questa volta su RAI1.

In bocca al lupo Francesca!

 

2
Lascia un commento se vuoi

2 Comment threads
0 Thread replies
1 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
più nuovi più vecchi più votati
Domenico

Peccato che abbia inserito un ritornello in inglese, del tutto superfluo. Una canzone che nasce in un modo deve restare così, tradotta perde sempre.
Basta ascoltare questa versione acustica, lei sempre molto intonata e pulita nell’esecuzione ma quell’inglese fa storcere il naso.

https://www.youtube.com/watch?v=u9DOIv2Lk00

Per il resto è un brano di qualità e classico, non proprio quello che vince l’Eurovision che di solito è un pezzo commerciale e dove la musica conta di meno rispetto allo show.

Speriamo comunque nella top 10 🙂

Matteo

Sono contento che sia Francesca Michelin a rappresentare l’Italia all’eurofestival. Mi piace la delicatezza e la freschezza di questa ragazza, sia come interprete sia come immagine. Ha mantenuto queste qualità anche crescendo.
La sua canzone di Sanremo non era male, fra i big secondo me è la vincitrice morale.