Ciao Bud Spencer

Bud-SpencerQuando uno pensa a quei pochi attori internazionali del cinema che sono unici nel loro genere e inimitabili nella loro eccezionalità non può non pensare a Carlo Pedersoli, in arte Bud Spencer. Un passato da nuotatore professionista a quello di attore e sceneggiatore straordinario. Quando si parla di Bud Spencer non si può quasi evitare di aggiungere Terence Hill, all’anagrafe Mario Girotti, una coppia alla Totò e Peppino, vera e spontanea, un matrimonio di talento e humour, quello sano, quello non volgare, quello intelligente, quello le cui battute si ricordano per tutta la vita nella memoria degli appassionati e, credetemi, sono milioni e non soltanto in Italia.

Bud ci ha lasciato ieri, 27 giugno 2016, all’età di 86 anni ma l’impronta di Piedone resterà, perché il Cinema Italiano è ricco anche grazie a questo grande uomo, in tutti i sensi.

“Non c’è cattivo più cattivo di un buono quando diventa cattivo!”

“Non ho mai rincorso le donne degli altri perché non riesco a entrare negli armadi quando i mariti tornano all’improvviso.”

“Io distinguo due tipi di successo: quello che ho avuto nello sport e quello nel cinema. Il primo è mio e non me lo leva nessuno. Il secondo è quello che il pubblico ha deciso di darmi e che mi ha permesso di fare 120 film.”

Articoli simili

1
Lascia un commento se vuoi

1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
più nuovi più vecchi più votati
Matteo

Mi è dispiaciuto moltissimo apprendere la notizia della morte di Bud Spencer. Rivedo sempre volentieri le repliche dei suoi film che fanno passare spesso soprattutto su Rete4. Li guardavo già da bambino e continuano ancora a divertirmi molto. Bud è stato un grande, forse sottovalutato ma credo che in tantissimi gli vorremo sempre bene.
R.I.P.