Home News dal Mondo Facebook: come ha cambiato la vita dei suoi utenti in 7 anni?

Facebook: come ha cambiato la vita dei suoi utenti in 7 anni?

80
1

di Manuel G.

A gennaio 2011 su Facebook si contano oltre 600 milioni di iscritti attivi

Secondo una stima di internetworldstats.com, gli utenti in tutto il mondo che navigano abitualmente su internet sono circa 1.966.514.816 (aggiornato al giugno 2010), un numero che si avvicina molto ai 2 miliardi. Al momento, di quella cifra, più del 30% sono iscritti a Facebook. Si tratta di un calcolo molto generico però rende l’idea di quanto Facebook abbia velocemente preso piede nel web, e continua a farlo. Se tira avanti a questi ritmi, i messengers, le chat, le e-mail (addio chiocciolina @) e roba simile finiranno nel dimenticatoio.

Ma cosa è cambiato nella vita quotidiana di tutti gli iscritti a FB? Alcuni non potrebbero più farne a meno, altri si sono adeguati solo per necessità lavorative e si collegano ogni tanto, altri ancora hanno iniziato per curiosità e poi sono stati “inghiottiti” dal sistema “conosci uno –> che conosce una –> che conosce un’altro –> che conosce un’altra”, taluni forse si sentono solo più spiati da genitori, mariti, mogli, fidanzati/e e figli, altri inceve hanno riallacciato legami con amici e parenti che non vedevano da decenni (meglio di una carrambata!).

Chi vi scrive non è iscritto su Facebook (Oh, io faccio parte dell’altro quasi 70% … Per ora…), quindi non posso esprimere opinioni personali a tal proposito, però tra alcuni conoscenti ho notato una tale dipendenza da social network da farmi immaginare che nel caso dovessero un giorno trovare FB in questo stato potrebbero rischiare un qualche tipo di attacco di panico.

Manuel G.

1
Lascia un commento se vuoi

1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
più nuovi più vecchi più votati
Jerry

AHAHAHA! In effetti io sono uno di quelli che la prima cosa che appena sveglio è controllare la pagina di fb, non direi che mi ha cambiato la vita ma certamente oggi ne fa molto parte.
ciao