Grande Fratello 12, chi sta guardando questa edizione?

Grande Fratello 12, rischio fotocopia sempre più reale

Perché quest’anno abbiamo deciso di non trattare con la stessa frequenza delle due precedenti edizioni il programma più visto (fino a qualche anno fa) della stagione attiva di Canale 5. Sarà pur vero che non sono passate ancora quattro settimane dall’inizio, e forse è presto per dare un’opinione definitiva, tuttavia questo programma ha intrapreso un percorso prestampato che si ripete a rotazione nelle ultime edizioni e che sin dalla prima puntata è apparso essere privo di potenzialità. La maggioranza dei telespettatori non è più disposta ad accettare un livello grossolano di intrattenimento.

I dati d’ascolto del 2011 parlano da soli, prima puntata 5.268.000 milioni di ascoltatori, seconda puntata 3.572.000, terza 4.378.000. Confrontiamoli con quelli delle prime 3 puntate dei precedenti anni, 2010, 2009 e 2008.

  • 2010: prima 5.906.000, seconda 4.903.000, terza 4.465.000
  • 2009: prima 6.047.000, seconda 5.535.000, terza 5.381.000
  • 2008: prima 5.674.000, seconda 5.755.000, terza 6.633.000

Questo lunedì su RAI Uno ci sarà la trasmissione di Fiorello (con Benigni a partire dai lunedì successivi), Ilpiugrandespettacolodopoilweekend, a scontrarsi con quella della Marcuzzi, che ne sarà del Grande Fratello 12? Chiuderà prima o tirerà avanti cercando di ammiccare un po’ di più l’occhio delle telecamere per riaccendere la scintilla d’interesse che ha perduto strada facendo, diventando sempre più monotono e scontato?

Intanto questa settimana gli autori del GF hanno ritirato fuori una prova già vista, ma che fa sempre scalpore, i baci tra coppie di concorrenti abbinate ad hoc.

Date un vostro giudizio care lettrici e lettori, guarderete comunque il GF 12?

Condividi l'articolo
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Pietro
22 Novembre 2011 12:16

Io ho smesso di guardarlo da 2 anni, ormai è troppo scadente e volgare come programma. Spero non arrivi niente del genere all’estero, non vorrei mai che pensassero che noi italiani siamo come i soggetti del gf.