Home Musica Olly Murs, Dear Darlin’’: traduzione testo e video originale

Olly Murs, Dear Darlin’’: traduzione testo e video originale

87
0

Olly Murs (29 anni), Oliver Stanley, è un cantautore inglese pop. Divenuto famoso solo dopo aver partecipato alla sesta edizione di The X Factor, del 2009. Ma per ascoltare il suo primo singolo di debutto “Please Don’t Let Me Go” è dovuto arrivare il 2010. A partire dal primo album, che porta il nome stesso del cantante, ne sono seguiti altri due, uno dietro l’altro: Olly Murs (2010), In Case You Didn’t Know (2011), Right Place Right Time (2012) e ne è pronto un altro per il 2014. Il brano Dear Darling’ è il terzo singolo estratto dell’album Right Place Right Time, scritto da Murs, Ed Drewett e Jim Eliot.

Dear Darlin’’, video ufficiale

Testo e Traduzione

Dear Darlin’, please excuse my writing. 
I can’t stop my hands from shaking cos I’m cold and alone tonight. 
I miss you and nothing hurts like no you. 
And no one understands what we went through. 
It was short. It was sweet. We tried. 

And if my words break through the wall and meet you at your door, all I could say is: 
“Girl, I mean them all.” 

Dear Darlin’, please excuse my writing. 
I can’t stop my hands from shaking cos I’m cold and alone tonight. 
I miss you and nothing hurts like no you. 
And no one understands what we went through. 
It was short. It was sweet. 
We tried. 

We tried. 

(Woman: I understand why we split before a month.) 

Been thinking about the ball we dreamt. 
Feeling like the sofa was sinking. 
I was warm in the hope of your eyes. 

So if my words break through the wall to meet you at your door, all I could say is: 
“Girl, I mean them all.” 

Dear Darlin’, please excuse my writing. 
I can’t stop my hands from shaking cos I’m cold and alone tonight. 
I miss you and nothing hurts like no you. 
And no one understands what we went through. 
It was short. It was sweet. We tried. 

Oh I concur. These arms are yours to hold. 

And I miss you and nothing hurts like no you. 
And no one understands what we went through. 
It was short. It was sweet. We tried. We tried

Caro Tesoro, ti prego di scusare la mia scrittura.
Le mie mani non riescono a smettere di tremare perché ho freddo e sono solo stasera.
Mi manchi e nulla fa male come quando tu non ci sei.
E nessuno capisce quello che abbiamo passato.
È stato breve. È stato dolce. Ci abbiamo provato.

E se le mie parole sfondassero il muro e giungessero da te alla tua porta, tutto quello che potrei dire è:
“Ragazza, le penso davvero.”

Caro Tesoro, ti prego di scusare la mia scrittura.
Le mie mani non riescono a smettere di tremare perché ho freddo e sono solo stasera.
Mi manchi e nulla fa male come quando tu non ci sei.
E nessuno capisce quello che abbiamo passato.
È stato breve. È stato dolce.
Ci abbiamo provato.

Ci abbiamo provato.

(Voce femminile: Capisco perché ci siamo lasciati prima di un mese)

Pensavo al ballo dei nostri sogni.
Sentivo come se il divano stesse affondando.
Ero al caldo nella speranza dei tuoi occhi.

Così, se le mie parole sfondassero il muro e giungessero da te alla tua porta, tutto quello che potrei dire è:
“Ragazza, le penso davvero.”

Caro Tesoro, ti prego di scusare la mia scrittura.
Le mie mani non riescono a smettere di tremare perché ho freddo e sono solo stasera.
Mi manchi e nulla fa male come quando tu non ci sei.
E nessuno capisce quello che abbiamo passato.
È stato breve. È stato dolce. Ci abbiamo provato.

Oh, sono d’accordo. Queste braccia sono tue, stringile.

E mi manchi e nulla fa male come quando tu non ci sei.
E nessuno capisce quello che abbiamo passato.
È stato breve. È stato dolce. Ci abbiamo provato.

Lascia un commento se vuoi