Home Varie Tasso Mutuo, banche, fatti e suggerimenti

Tasso Mutuo, banche, fatti e suggerimenti

69
3

Il mutuo è un prestito che prevede l’accensione di un’ipoteca sul bene acquistato, attraverso cui la banca si garantisce la restituzione del prestito stesso.

La Banca d’Italia, ad esempio, ha un limite fissato per i mutui compreso tra il 60% e l’80% del valore del bene, però ci sono anche casi in cui le banche offrono il 100%, ma in quest’ultimo caso è necessario che il cliente rilasci ulteriori garanzie, del tipo ipotecare altri beni per garantire la restituzione del prestito.

Quanto dura un mutuo?

Di solito è un prestito che dura diversi anni, da 10 a 40 all’incirca, fatto sta che la scelta della banca diventa di fondamentale importanza proprio in virtù della lunga durata dei rapporti che intercorrono fra cliente e banca, l’affidabilità, la serietà e la trasparenza sono prioritari.
La richiesta del prestito deve avvenire tenendo conto con molta precisione del proprio reddito anche in relazione al futuro.

Che succede se non riesco più a pagare le rate del mutuo?

Attraverso l’ipoteca la banca può vendere all’asta il bene su cui è stato stipulato il mutuo, un’abitazione o altro, e recuperare il resto dei soldi del prestito non versato dal cliente.

Cosa sono le spese accessorie?

Oltre alla rata per la restituzione del prestito vanno considerate anche le spese extra dovute al notaio, spese di istruttoria, imposte sostitutive, assicurazione in caso di decesso da parte del mutuatario (optional).

Le spese di accensione del mutuo dette pure spese di apertura mutuo alla fine altro non sono che le spese di istruttoria del mutuo che comprendono anzitutto la capacità reddituale del richiedente e la ricerca avanti le banche dati per vedere se vi sono dei mancati pagamenti e/o altri finanziamenti in corso che potrebbero compromettere la accensione del mutuo. Queste possono rappresentare una spesa che oscilla tra lo 0,1% e lo 0,40% di quanto erogato. Deliberata la capacità di pagamento si prosegue con le altre spese accessorie del mutuo tra le quali rientrano anche le spese di perizia immobiliare del mutuo al fine di valutare se l’immobile vale l’ammontare richiesto. Anche le spese della perizia mutuo sono solitamente a carico del richiedente e comportano una spesa di 300-400 euro. Fin qui abbiamo trattato le spese di istruttoria indicate in certi casi sotto la voce di spese per accendere un mutuo – da mutuionline.iaconet.com

Quali sono i tassi di interesse?

Dipendono dalla banca. Simulazione rate mutuo. Il tasso può essere fisso, variabile (indicizzato) o misto.

  • FISSO: I tassi restano costanti per tutto il tempo previsto per la restituzione del prestito, indipendentemente da ciò che succede nei mercati finanziari. Il vantaggio risiede proprio in questo, sapere sempre quale sia la rata da pagare che non subirà variazioni.
  • VARIABILE: I mutui in questo caso cambiano a seconda dei mercati finanziari. I tassi variabili sono meno cari di quelli fissi però sono variabili e quindi possono diminuire, abbassando così anche la rata del mutuo, o aumentare e in quest’ultimo caso si paga di più. E’ una soluzione più rischiosa che va ponderata bene. Un esempio pratico tra i più drastici: Si chiede un prestito del valore di 60.000 € e della durata di 10 anni al tasso di interesse del 5% (ipotetico), cioè 3.000 € annuali di interesse da applicare alle rate. Se causa movimenti azioni finanziarie il tasso passa al 10%, la cifra annua da accollarsi solo di interesse diventa 6.000 €.
  • MISTO: Possono essere a tasso fisso per i primi anni e poi a tasso variabile o di nuovo fisso, a seconda delle preferenze del cliente. Sono una via di mezzo tra i tassi fissi e variabili.

Risorse utili: Miglior Mutuo

Ringraziamo “La guida al consumatore” di Galiazzo

3
Lascia un commento se vuoi

3 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
più nuovi più vecchi più votati

[…] di stipulare un contratto per un mutuo, a tasso fisso o variabile, a vantaggio dei clienti, è sempre consigliabile confrontare più preventivi e valutare con calma […]

E’ difficile confrontare tassi fissi i variabili; per farlo si può provare con delle simulazioni di scenari euribor, sul sito http://www.mutuostudio.com

Commenti benvenuti

[…] approfondire consulta articolo originale:  Tasso Mutuo, banche, fatti e suggerimenti Aggregato il   16 marzo, 2010 nella categoria Finanziamenti, Guida alla Scelta, Mutui […]