Home Varie Termometro a infrarosso, laser, digitale, mercurio: info

Termometro a infrarosso, laser, digitale, mercurio: info

95
0

Termometri, tipologie più comuni

Il termometro è uno strumento ideato principalmente per la misurazione della temperatura, che sia in ambito medico, culinario o ambientale. Il primo termometro fu realizzato da Galileo Galilei nel 1607, e sfruttava il principio di Archimede secondo cui: “Un corpo immerso in un fluido (liquido o gas) riceve una spinta verticale, dal basso verso l’alto, pari al peso del volume del fluido spostato” – wikipedia.org. L’unità di misura dei termometri può essere espressa sia in scala Celsius (0°-100°) che in Fahrenheit (32° – 212°, in riferimento ai valori min e max della scala Celsius).

  • Termometro a mercurio (liquido): Uso medico. In Italia, a partire dal 3 aprile 2009, tutti i termometri a mercurio, a causa della tossicità del mercurio stesso, sono stati definitivamente ritirati dal commercio. I termometri a liquidi in vendita negli anni successivi sono costituiti soprattutto da galinstano (miscela di gallio, indio e stagno) che ha le stesse proprietà termiche del mercurio. Tuttavia gli sfigmomanometri a mercurio (apparecchi per la misurazione della pressione arteriosa) sono attualmente ancora in commercio.
  • Termometri digitali: Utilizzano termocoppie (un sensore di temperatura) o termistori (sensore utilizzato per convertire una temperatura in un valore rappresentativo di corrente elettrica) per rilevare la variazione di temperatura e visualizzarla su un display digitale. Sono ampiamente usati come termometri clinici, per esterni e per controllare la temperatura del cibo.
  • Termometro a infrarosso (IR): In linea di massima, è costituito da una lente utilizzata per concentrare l’energia a infrarosso (IR) su un rivelatore, il quale converte l’energia in un segnale elettrico che può essere visualizzato a sua volta in unità di temperatura. Questa configurazione facilita la misurazione della temperatura a distanza, senza contatto con l’oggetto da misurare. Il termometro a infrarossi è utile per misurare la temperatura in circostanze in cui altri strumenti non possono essere utilizzati o non producono dati precisi per una serie di motivi. Alcuni casi del genere sono quelli in cui l’oggetto da misurare: è in movimento, è circondato da un campo elettromagnetico, quando è contenuto in un sottovuoto o in un’altra atmosfera controllata, oppure in applicazioni in cui è necessario ottenere una risposta veloce. Il termometro timpanico, utilizzato in ambito medico, è ad infrarossi.
  • Termometro a laser: I termometri a laser funzionano sullo stesso principio di quelli ad infrarossi, la differenza fondamentale risiede nel fatto che con quello a laser si osserva il percorso della direzione esatta in cui viene puntato il termometro e l’oggetto che il laser colpisce.

Strumenti utilizzati per misurare i fenomeni meteorologici:

  • Barometro: misura la pressione atmosferica.
  • Igrometro: misura l’umidità relativa dell’aria.
  • Anemometro: misura la velocità e la pressione del vento.

Fonti: www.omega.com, www.buzzle.com

Lascia un commento se vuoi